Aglio: proprietà e benefici


Aglio proprietà e benefici
Vuoi scoprire tutto sull'aglio? Proprietà e benefici, curiosità e usi in cucina. C’è un bulbo che in cucina non manca mai: l’aglio. Spesso sottovalutato o utilizzato in modo inconsapevole, è invece una vera e propria miniera per il nostro organismo!

L’aglio, originario dell’Asia Centrale, è stato introdotto in Europa dai Romani, che lo scoprirono durante le campagne militari.

Le proprietà dell’aglio sono moltissime. Le più importanti dipendono dai solforati in esso contenuti, responsabili, oltretutto, del suo odore pungente.



Aglio: proprietà

L’aglio contiene solforati e in particolare allicina, responsabile del forte odore, e si libera quando l’aglio viene triturato o masticato.

L’allicina è un antibiotico naturale piuttosto efficace, tanto che riesce ad inibire molti batteri, tra cui quelli che causano il tifo. Un secondo solforato con effetto antibatterico, e dunque antibiotico, è la garlicina.

L’aglio apporta anche una discreta quantità di vitamine del gruppo B, potassio, ferro, calcio e fosforo.

I benefici dell'aglio

L’aglio procura benefici a:
  • sistema immunitario
  • apparato respiratorio
  • reni e fegato
  • intestino
  • apparato cardiovascolare
Per quanto riguarda il sistema immunitario, il suo effetto antibiotico lo rende utile per curare le infezioni intestinali e le vie respiratorie. L’aglio è, infatti, un valido espettorante.

L’aglio è un forte depurativo ad azione chelante: le sue molecole hanno la capacità di legarsi in modo stabile con quelle dei metalli accumulati attraverso il consumo di ortaggi o altri cibi contaminati, favorendone l’espulsione. Gli organi “spazzini” come reni e fegato, hanno quindi la possibilità di liberarsi da questi depositi poco salutari.

L’eliminazione di scorie ha un effetto positivo sulla ritenzione idrica e la cellulite. Dunque, l’aglio è un ottimo alleato anche per chi vuole mantenere una silhouette invidiabile.

Ha, inoltre, la capacità di abbassare il livello di colesterolo e trigliceridi nel sangue.

L’aglio ha un effetto digestivo e cura infezioni batteriche intestinali utilizzando un meccanismo interessante: mentre attacca i patogeni, favorisce la proliferazione dei batteri “buoni” della flora intestinale.

Diversi studi hanno evidenziato una funzione preventiva nello sviluppo dei tumori di stomaco e intestino, quando causati da Helicobacter Pylori o da accumulo di metalli pesanti.

L’aglio favorisce la microcircolazione, regola la pressione e riduce il rischio di sclerosi delle arterie.

Sono tante altre le proprietà dell’aglio: è un efficace antimicotico, favorisce la salute dei capelli e della pelle, previene la perdita di massa ossea in menopausa.

La quantità raccomandata per beneficiare degli effetti è di 4 g al giorno. Tuttavia la sua assunzione è controindicata in caso di gastrite, ulcera, gravidanza. Attenzione: un eccesso nel suo consumo può portare a irritazione intestinale!!

Come usare l'aglio nelle ricette

Io consiglio di acquistare aglio biologico o comunque italiano! Questo per due motivi:
  • la legislazione italiana regola in modo abbastanza severo l’uso di pesticidi e concimi, per cui il prodotto italiano, se coltivato nel rispetto della legge, è di qualità; 
  • porti in casa un prodotto a Km0, il cui acquisto non impatta in modo pesante sulla salute del pianeta (considerata emissione CO2 dei trasporti) e sostiene l’economia locale. In Italia le regioni produttrici di aglio sono, al Nord, Emilia Romagna e Veneto, al Centro Abruzzo (aglio rosso di Sulmona), al Sud Campania e Sicilia.
Al momento dell’acquisto verifica che la testa sia ben soda, che gli spicchi siano ben aderenti a formare una testa compatta e soda, e che non ci siano affossamenti (possibile spia di uno spicchio marcito).

Il modo migliore per prendere tutti i benefici dell’aglio è consumare l'aglio crudo o poco cotto. L’aglio soffritto a lungo, l’aglio bollito in aceto o comunque cotto troppo a lungo, perde in buona parte le sue proprietà.

Per ridurre gli effetti collaterali, prima di tritarlo o strofinarlo sul pane o sulle pareti della tua insalatiera, elimina il germe centrale o anima, quel filo bianco, a volte verde pallido che si trova al centro dell’aglio. Per farlo ti basta dividere lo spicchio a metà e rimuovere l’anima con la punta di un coltello.

Per consumarlo crudo, puoi triturarlo assieme ad erbe come prezzemolo, menta o basilico (battuto). Condisci direttamente verdure al vapore, verdure lesse ma anche carni. Se preferisci, puoi aggiungere al battuto olio extravergine di oliva.

Strofina l’aglio fresco sulla bruschetta! Una soluzione semplice ma efficace per consumare aglio crudo.

Prepara salse con aglio crudo, come hummus o tzatziki.

Come togliere il sapore dell’aglio?
La soluzione più semplice è mangiare una mela con la buccia a fine pasto o bere tè verde.

E se proprio non riesci a mangiarlo… puoi sempre ricorrere alle capsule (o opercoli).



Post con link di affiliazione Amazon: per ogni acquisto effettuato tramite il link, Ricette Dieta riceve una piccola commissione. 
 
Copyright: Aglio: proprietà e benefici di Ricette Dieta 
Photocredit: © Ricette Dieta